Torna alla Home Page di Anaci Bologna Associazione Nazionale Amministratori condominiali e immobiliari
Informazioni sull'Associazione  Anaci Bologna apri la mappa e pianifica il percorso per raggiungere la Sede Anaci di Bologna Cosa facciamo: I valori dell'Associazione Anaci  Bologna Recapiti,  informazioni, segreteria Anaci Bologna
Corsi per amministratori immobiliari a Bologna Come raggiungere la sede Anaci Bologna


Centro Studi
Emilia Romagna


Comunicati Nazionali

Comunicati Provinciali

Comunicati stampa

Incontri & Convegni

Guida fiscale

Guida giuridica

Guide tecniche

Rapporti con i Comuni

Recensioni

Approfondimenti Links e utilita'
 
Certificato energetico

DAL 1° LUGLIO PER LA VENDITA DI IMMOBILI CI VUOLE LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA

ANACI segnala a tutti coloro che hanno in corso trattative per la vendita o l’acquisto di un immobile nella Regione Emilia Romagna, che dal primo Luglio per la stipulazione dell’atto il notaio chiederà la Certificazione Energetica dell’Edificio.
Tale obbligo deriva dal recepimento in Emilia Romagna del Decreto Legislativo n.311/2006 attraverso l’approvazione da parte della Giunta Regionale dell’Atto di Indirizzo che applica sull’intero territorio regionale, la direttiva 2002/91/CE del 16 dicembre 2002. 
L’Atto di indirizzo, nella sua Parte Prima, prevede infatti ai punti 5.2 e 5.5 e con decorrenza dal 1° luglio 2009, sia obbligatorio con oneri a carico del venditore, venga allegata l’attestazione all’atto di trasferimento in originale o in copia autenticata, in caso di vendita anche di una sola unità immobiliare. 

Dal 1°luglio 2010 tale onere si estenderà anche alle locazioni, ponendo l’obbligo a carico del locatore, che dovrà consegnare la attestazione al conduttore, per i contratti stipulati dopo il 1° luglio 2010, in copia dichiarata dallo stesso locatore conforme all’originale. 
Tali incombenze è possibile possano essere superate con una dichiarazione che dovrà rilasciare il venditore ( o il locatore), assumendosi le eventuali responsabilità relative alla mancata certificazione. 
E’attesa al riguardo una pronuncia definitiva del Consiglio Nazionale del Notariato, specie in relazione agli obblighi specifici nelle Regioni che hanno deliberato al riguardo, come l’Emilia Romagna. 
Nei fatti poi, nonostante già dal Luglio 2008 il Centro Studi ANACI Emilia Romagna avesse segnalato l’opportunità di informare tempestivamente della nuova normativa, ben pochi proprietari sono stati interessati del problema. 
La complessità delle operazioni tecniche necessarie per il rilascio della Certificazione Energetica, costi relativi, e la politica nazionale culturalmente favorevole all’allungamento dei termini di adeguamento di qualsiasi tipo e natura, creerà quindi prevedibili criticità al sistema delle compravendite e delle locazioni. 
Come già accaduto per la sicurezza degli impianti previsti con il DM.37/08, la diffusa tendenza al differimento di termini essenziali per il buon funzionamento delle norme per il fabbricato, sta di fatto creando una stratificazione di adeguamenti irrisolti, ormai molto pesante. 
Il prezzo del petrolio a 147 dollari al barile di soli dieci mesi fa è già stato dimenticato, e i tentativi dell’Amministrazione Regionale di fornire le più corrette indicazioni per la soluzione del problema energetico, per lo più bollati come inutili balzelli. 

La questione parte naturalmente da valutazioni di carattere culturale, ma supportate ormai da valutazioni tecniche assolutamente precise. O si adegua molto rapidamente il nostro tessuto edilizio ormai del tutto pericoloso e inefficiente, oppure è meglio accelerare l’abbattimento delle case per cui è troppo costoso adeguare. 
E anche se il più recente terremoto dovrebbe rappresentare un monito ineludibile, ANACI teme che con ogni probabilità prevarrà l’ennesimo rinvio, segnale ormai consolidato della scarsa lungimiranza con cui i mètre à penser della casa gestiscono – ognuno per la propria piccola competenza - le emergenze abitative. 

Centro Studio ANACI Emilia Romagna
Gian Luca Samoggia

05/05/09


 

19/5/20
Le slide della lezione del 14/05/20-Avv.Monari

Le slide della lezione dell'avv.Monari del 14 Maggio 2020 al Corso di aggiornamento DM140
leggi


19/5/20
Prontuario AICARR- Impatto Covid19 su impianti CDZ

Ruolo degli impianti di climatizzazione invernale ed estiva nella riduzione della diffusione del Covid-19
leggi


19/5/20
Assemblee ancora quasi impossibili

Assemblee in presenza di fatto quasi impossibili, assemblee a distanza da codificare
leggi


18/5/20
La pandemia e il governo dello stato di emergenza

La lucida analisi di Sergio Fabrini: come dovrebbe essere la nostra struttura politica e amministrativa per essere efficiente di fronte alle emergenze. IlSole24Ore
leggi


14/5/20
Decreto Rilancio

Strategia prudente per le agevolazioni del “Decreto Rilancio”. IlSole24Ore
leggi


30/4/20
Sospensione cantieri edili

A seguito della pubblicazione del DPCM 22-03-2020 sono sospesi tutti i cantieri edili non ricadenti nell'Allegato 1.Il Sistema Informativo delle Costruzioni (SICO) ha comunicato che, in virtù di tale norma, per evitare di sobbarcare i committenti, gli ausiliari tecnici ed il sistema stesso di inutili segnalazioni, non è necessario aggiornare la notifica preliminare indicando il periodo di sospensione. Come indicato nel portale, è' data comunque facoltà ai committenti e ai loro ausiliari tecnici, qualora lo desiderassero, di cliccare sul proprio cruscotto la casella "SOSPESO DPCM 22.3.20". Tale flag non sarà riportato in notifica ma rimarrà evidente sul cruscotto e sarà reso visibile agli organismi di vigilanza per tutta la durata dell'emergenza sanitaria.
leggi


2/4/20
Attività CTU in regime di COVID-19

Linee guida per la trattazione dei processi e delle udienze civili nel periodo dal 9 marzo al 15 aprile 2020
leggi


30/3/20
Andamento prezzo gas anno termico 20/21

Lettera del Presidente Anaci Emilia-Romagna sull' andamento prezzo gas
leggi



 
ANACI - Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari - Sede di Bologna - I grafica idee in rete